Come stimolare il punto G in una donna per farla godere

0


 

Gli orgasmi possono aiutare a ridurre lo stress, migliorare la pelle e farti sentire bene. Tuttavia, per molte donne, gli orgasmi, specialmente quelli raggiunti attraverso la penetrazione possono essere altrettanto sfuggenti come il misterioso punto G.

È raro che le donne raggiungano l’orgasmo solo attraverso il rapporto sessuale. In effetti solo il 18% circa delle donne raggiunge l’orgasmo attraverso la sola penetrazione, il che significa che non sono necessarie mani, bocca o giocattoli. Più spesso, è richiesta la stimolazione del clitoride, o almeno benefica, quando si tratta di orgasmo durante il sesso.

Tuttavia, anche se non hai sperimentato un orgasmo vaginale, ciò non significa che sia impossibile. Alcuni credono che il punto G possa essere la chiave per raggiungere l’orgasmo durante la penetrazione.

Cos’è il punto G?

Probabilmente hai sentito parlare del punto G come la “chiave” per raggiungere un orgasmo vaginale sconvolgente. Ma è vero?

Tuttavia, è importante chiarire che il punto G non è in realtà una parte distinta della tua anatomia. In effetti, in uno studio del 2017 , i ricercatori hanno tentato di trovare il punto G solo per rimanere a mani vuote.

Invece di essere un suo punto separato nella tua vagina, il punto G fa parte della tua rete clitoridea . Ciò significa che quando stimoli il punto G, in realtà stai stimolando una parte del clitoride, che è molto più grande di quanto siamo portati a credere.

Inoltre, il punto G può variare da donna a donna, il che spiega perché spesso può essere difficile da individuare. Tuttavia, una volta stimolato, il punto G può causare l’orgasmo femminile (sì, è reale) e aiutare le donne a raggiungere l’eiaculazione vaginale

Se speri di provare la stimolazione del punto G durante il rapporto sessuale, ci sono alcune posizioni sessuali che funzionano meglio. Prova posizioni che ti consentono un po ‘più di controllo sui tuoi movimenti in modo da poter capire quali tipi di stimolazione ti piacciono di più. Mentre ci sono molte posizioni sessuali che possono aiutarti a raggiungere questo, eccone tre da provare.

Cowgirl

Invece di oscillare su e giù, prova a muoverti avanti e indietro per stimolare la regione del punto G contro la parete vaginale interna. Mescolarlo può anche aiutare, quindi non aver paura di sperimentare diverse velocità e angolazioni.

Alla pecorina

Lo stile Doggy è un altro ottimo modo per ottenere una penetrazione più profonda durante il sesso. È facile variare l’angolazione per colpire il punto G. Inizia con le mani e le ginocchia con il tuo partner dietro di te. Durante la penetrazione, prova a piegarti sugli avambracci o a spingere i fianchi all’indietro per modificare l’angolazione fino a trovare la posizione più adatta a te. Se lo desideri, puoi provare una variante diversa stendendoti a pancia in giù con le gambe pendenti dal bordo del letto, permettendo al tuo partner di stare dietro di te e penetrare da lì.

Posizione missionaria chiusa

Una variazione rispetto alla classica posizione missionaria, questa posizione consente una maggiore stimolazione senza la profondità della penetrazione. Inizierai sulla schiena in posizione missionaria prima di muovere le gambe insieme. Quindi, le gambe del tuo partner dovrebbero cavalcare le tue, permettendo una presa più stretta. Questa penetrazione che potrebbe non colpire così in profondità, crea una sensazione più stretta – e un maggiore attrito contro il punto G – che potrebbe essere il modo perfetto per aiutarti a raggiungere l’orgasmo.

Vuoi conoscere una donna in cerca di sesso senza impegno nella tua zona?

ISCRIVITI GRATIS!

Lascia un commento

Incontri per sesso nella tua zona
Il tuo sesso
Uomo
Donna
Iscriviti Gratis
La tua data di nascita
Successivo
Il tuo indirizzo email
Accetto di ricevere informazioni e promozioni via email dagli operatori di questo sito web. Posso recedere il mio consenso in qualsiasi momento.
  • 1
  • 2
  • 3
Registrandomi dichiaro di accettare i Termini e Condizioni e la Privacy Policy.