Cerco un ragazzo con cui giocare nella mia bella città, quella Bologna conosciuta in tutto il mondo per la libertà delle sue cittadine, cittadine di cui faccio orgogliosamente parte. Sono una casalinga non per questo poco sofisticata.

casalinga-porca-vogliosaE’ stata la vita a farmi dedicare solamente al lavoro domestico, una vita che fino a questo momento mi aveva visto madre e moglie perfetta, all’interno di un matrimonio, che da qualche anno non ho più intenzione di “onorare”.

Da sempre innamorata del mio uomo, l’ho sorpreso per sbaglio nel suo ufficio, mentre la sua segretaria, che devo dire non è neppure una bella donna, era impegnata sotto la scrivania a donargli piacere con la bocca.

Da quel momento i rapporti con il mio coniuge sono nulli, non è il tradimento in sè a farmi male, ma il modo in cui esso si è consumato.

Per i nostri figli continuiamo ad avere una parvenza di famiglia unita, io però ho lasciato il mio faticoso lavoro e mi sono dedicata a godermi la vita, con i soldi che lui mi passa allo scopo di assicurarsi il mio silenzio.

Nell’accordo è implicito la sospensione di tutte le attività sessuali, come lo è il fatto che io da allora sono diventata una donna che può scopare dovunque, in ogni momento, e soprattutto con chiunque gli aggrada.

La mia inattività mi permette di curare il mio corpo alla perfezione, le ore di palestra hanno tonificato il mio culo, un piccolo intervento estetico ha alzato il mio seno, i frequenti massaggi hanno fatto riprendere splendore alla mia pelle.

Sono insomma quella che gli uomini chiamano una grande figa.

Cerco un uomo che possa diventare il mio giocattolo sessuale, lo voglio disponibile ogni qual volta il mio corpo reclama attenzione, non ho problemi a passare la notte fuori di casa (fa parte dell’accordo con mio marito) e per questo lo cerco ospitale, meglio ancora se non impegnato, e della mia città.

Fino adesso mi sono dedicata a scopate saltuarie, ma adesso voglio di più, voglio un amante fisso a mia completa disposizione.

Potrei andare a casa sua ogni volta che tra le cosce sentirò il bisogno di un maschio, e li abusare del suo corpo.

Non mi piace il cosiddetto sesso doloroso, ma mi intriga detenere tra le lenzuola il comando delle operazioni, operazioni che potrebbero prendere avvio con una bella leccata di figa.

Amo particolarmente vedere un maschio accucciato tra le mie cosce, come amo sentire la sua lingua umida che gioca con la mia fighetta depilata, non ho problemi a riconoscere che spesso raggiungo l’orgasmo cosi, un orgasmo che a volte viene sottolineato dalle mie altissime urla.

Non sono in grado di dire quante volte lo vorrò incontrare, anche se pretendo che sia sempre a mia disposizione con un piccolo preavviso, da qualche anno sono ridiventata la cagna in calore che ero prima di sposarmi, una cagna che spesso ha bisogno di essere soddisfatta, e che spero trovi il suo piacere nel giocattolo sessuale che con queste poche righe ricerco.